Trentennale dell’ARK 15-16 ottobre 2011

Questo anno, in occasione del VI anniversario della scomparsa del suo fondatore, Placido Procesi, l’ARK ha celebrato il Trentennale della sua fondazione, risalente al 1981.

Nel 1981, anno nel quale il dott. Placido Procesi ha fondato l’ARK, è pure iniziata ufficialmente l’attività nazionale di kyudo in Italia, con l’istituzione dell’Associazione Italiana per il Kyudo, attuale federazione nazionale.

L’evento celebrativo del Trentennale e commemorativo del VI anniversario della scomparsa del dott. Procesi, si è svolto nelle giornate di sabato 15 ottobre e domenica 16 ottobre presso il dojo dell’ARK; esso ha visto la partecipazione di sensei giapponesi di Kyudo e di Iaido della Mitsubishi di Tokyo ed è stato allietato dalla presenza di molti ospiti e amici, fra i quali i due soci fondatori, il prof. Gino Cicerchia e il sig. Marco Muccio.

Nella giornata di sabato, si sono succedute dimostrazioni degli allievi dell’ARK, degli ospiti e dei sensei giapponesi di entrambe le discipline.

A queste sono seguiti i discorsi ufficiali, con la consegna del riconoscimento da parte del Comune di Roma della “Lupa capitolina” per la trentennale attività dell’ARK, plaudendo nel contempo all’iniziativa della relazione tra Roma e Tokyo; detto riconoscimento è stato poi consegnato ufficialmente ai rappresentanti della delegazione giapponese della Mitsubishi.

A loro volta, i maestri giapponesi hanno onorato l’ARK donando una prestigiosa targa d’oro zecchino recante la frase-emblema della loro associazione, che proprio quest’anno festeggia i 100 anni di vita.

La frase, “la completa purezza di uno spirito retto”, tratta dai Dialoghi di Confucio, sintetizza in maniera sapienziale la dottrina cinese arcaica e classica preconfuciana, fulcro ad un tempo delle arti e di qualsivoglia ascenso spirituale.

Tale targa ribadisce l’impegno per l’ARK, come nel dojo della Mitsubishi, di attenersi all’inizio di ogni pratica a questi principi. Principi che coincidono con i fondamenti dell’ARK posti dal dott. Placido Procesi, e che sono tuttora praticati.

Nella giornata di domenica è stata istituita la “Coppa Procesi”, alla memoria e in onore del fondatore dell’ARK. Questa prima competizione di arco, condotta nel più genuino spirito di amicizia, ha visto, alla fine di una serie di tiri, la vittoria di Akira Shimada Sensei della Mitsubishi Kyudo-bu, seguito dal presidente dell’ARK, avv. Francesco Tallarico, con il gradito ospite Serafino Di Luia (del costituendo gruppo Roma Kyudo Kyokai) ad occupare la terza posizione.

Momenti di pratica intensa con dovizia di spiegazioni e correzioni, particolarmente sul rei e le sue applicazioni, hanno ampiamente ripagato gli sforzi generosamente profusi nell’organizzazione da tutti i praticanti ARK, membri e ospitati. Molto commovente è risultata la visita dei sensei giapponesi alla tomba del dott. Placido Procesi, con attimi di profondo raccoglimento a impreziosire il loro tributo sincero.

Ci siamo lasciati con la promessa reciproca di ulteriori prossimi “scambi ravvicinati”.